Music 6


Il Music 6 è un software per la sintesi dei suoni. Appartiene alla famiglia dei Music N.

È stato sviluppato all’Università di Stanford da Dave Poole nel 1966. Sul piano delle funzioni il Music 6 si presenta come una sorta di versione personalizzata del Music IV. Il software di Max Mathews era stato portato ed implementato a Stanford due anni prima. Il Music 6 non aggiunge alcuna novità sostanziale rispetto al Music IV, piuttosto si pone come una versione basata sull’assembler dei computer PDP-6 (da cui il nome Music 6), che avevano sostituito l’IBM 7090 su cui funzionava il Music IV.[2] Alcune funzioni del software di Poole furono realizzate con il Fortran IV, diverse di queste funzioni furono sviluppate da John Chowning. In questo modo possiamo dire che il Music 6 è stato un lavoro preparatorio per il successivo Music 10 sviluppato da Chowning e James Moorer.[1]

 

Per scrivere questa voce ho letto:

[1] John Chowning, comunicazione personale, 2009.
[2] Alex Di Nunzio, Genesi, sviluppo e diffusione del software Music N nella storia della composizione musicale, Tesi di laurea, Università di Bologna: D.A.M.S. Musica, 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *