Comporre musica con il pc: LMMS


LMMS è un software che trasforma il vostro computer in una workstation digitale dedicata alla composizione musicale. Fino a qui non vi è nulla di particolarmente nuovo, a pensarci bene.

In effetti LMMS presenta delle caratteristiche che la rendono molto simile ad altri prodotti commerciali come FL Studio, Cubase, Garage Band, Logis Studio o Beat Machine; tanto per citare i nomi più blasonati.

Tuttavia LMMS, acronimo di Linux MultiMedia Studio, qualche importante novità la offre: è un multi strumento gratuito e open source. Perché ho definito LMMS un multi strumento? Perché essendo una vera e propria DAW, Digital Audio Workstation, LMMS presenta le funzionalità di un sintetizzatore, contemporaneamente è multi traccia, ha il sequencer integrato, dispone di un editor dedicato ai pattern ritmici e alle linee di basso, consente di gestire i VST e si interfaccia con tutti i dispositivi Midi.

linux-multimedia-music-studio-screenshot-1

Un’immagine d’insieme della DAW LMMS.

LMMS è uno strumento musicale virtuale ma assolutamente completo, ed anche complesso, di cui è difficile perfino elencare tutte le caratteristiche che lo interessano. Tra le principali voglio ricordare:

– Il piano roll per la scrittura delle linee melodiche e ritmiche;

– Compatibilità con molti standard audio: Midi, VST(i), Ladspa, Gus Patches, SoundFont2

– Importare file Midi;

– Importare file di progetto FL Studio e Hydrogen;

– Editor di canzoni, e dedicato alle basi ritmiche e di basso;

– Un mixer da 64 canali;

– Possibilità di interfacciarsi con il sintetizzatore virtuale Zynaddsubfx;

– Tanti strumenti e plug-in esterni;

linux-multimedia-music-studio-screenshot-with-the-zynaddsubfx-synthesizer

LMMS interfacciato con il sintetizzatore virtuale ZynAddSubFX.

E non finisce qui. A luglio 2014 è stata rilasciata la versione 1.0.3. Aspetto tutt’altro che indifferente, in quanto ci dice che LMMS è un progetto ancora vivo, che continua ad essere migliorato e perfezionato.

Il pacchetto di installazione è fornito con una libreria di numerosi campioni sonori, categorizzati in cartelle facilmente navigabili mediante il menù laterale. La DAW LMMS consente di gestire file in formato Wav, Aiff, Au, Flac e Rwa Pcm. Per quanto riguarda i formati compressi abbiamo Ogg, Mp3, Spex, Voc e Ds.

linux-multimedia-music-studio-screenshot-samples

Sulla sinistra è visibile il menù laterale che consente di scorrere la libreria dei suoni.

Da non dimenticare che anche LMMS, come le altre DAW commerciali, integra le potenzialità dell’automazione, dandovi l’opportunità di rendere più interessanti i vostri lavori demandando al computer la gestione di determinati processi.

Il download di LMMS è disponibile per sistemi operativi Windows, da Xp a 8, che potete scaricare qui (32-bit) e qui (64.bit). Se siete utenti Linux cliccando qui trovate la versione per Ubuntu, anche se vi consiglio di controllare anche le altre disponibilità cliccando sulla pagina generale dei download. Se invece siete utenti Mac, l’unica alternativa per il momento è attendere il rilascio di una versione per il vostro sistema operativo.

Non mancano, per coloro che vogliono approcciare il software con le dovute conoscenze, dei manuali di riferimento che spiegano le caratteristiche principali e il funzionamento di questo ambiente di lavoro. Qualcuno avrà piacere di sapere che esiste perfino una versione tradotta in italiano, che trovate qui o che potete consultare e scaricare di seguito:

Faccio presente che la versione in italiano è solo una guida introduttiva, molto ben fatta e chiara, ma che non copre tutto il materiale presente nel manuale ufficiale, per questo vi consiglio comunque di dargli un’occhiata di seguito:

Su YT potete trovare anche numerosi tutorial, io ho dato un occhiata a questo che vi pubblico di seguito e che è solo il primo di una serie pubblicata su questo canale.

Esperienze, critiche, considerazioni? A voi il commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *