Joan Peyser – The Music of My Time


cover-Joan-Peyser-The-Music-of-My-TimeTitolo: The Music of My Time
Autrice: Joan Peyser
Casa editrice: Pro/Am Music Resources
Anno: 1995
Pagine: 474

Musicologa, biografa, giornalista per il New York Times, prima donna a dirigere la rivista The American Quarterly (1977/1984), Joan Peyser, scomparsa nel 2011, è stata una figura rilevante per la musicologia contemporanea degli Stati Uniti.Ha orientato i suoi studi sulla musica del XX secolo, dedicandosi alle tante espressioni musicali del secolo scorso; con una predilezione per la musica d’arte, certo, ma senza disdegnare le migliori espressioni di quella popular. Autrice di importanti biografie (Leonard Bernstein, Pierre Boulez, George Gershwin), in questa pubblicazione ha voluto raccogliere una mole non indifferente di articoli pubblicati per lo più sul New York Times in un arco di tempo che va dalla metà degli Sessanta fino agli ultimi Ottanta.

Le immagini dell’indice, di seguito pubblicate, ci mostrano una ricchezza di argomenti veramente notevole:

Joan-Peyser-The-Music-of-My-Times-index-1

Joan-Peyser-The-Music-of-My-Times-index-2-3

Non sono molte le pagine dedicate alla musica elettronica, eppure vi ho trovato due interessanti articoli di computer music, in aggiunta a quello su Pierre Boulez di cui si cita la sua esperienza informatica con l’Ircam: uno dedicato all’esperienza di Tod Machover all’Ircam di Parigi, l’altro incentrato sulla prima visita di Vladimir Ussachevsky ai laboratori Bell di Max Mathews.

Una curiosità: il titolo originale di questo articolo, pubblicato sul New York Times del 1968, recitava così: Seven Times the Computer Said No: Vladimir Ussachevsky at New Jersey’s Bell Telephone, in riferimento al numero di tentativi fatti con le schede perforate prima di ottenere una validazione del codice da parte della macchina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *