ToneCraft, un sequencer innovativo


ToneCraft è un synth sequencer tridimensionale, da utilizzare per comporre la vostra musica utilizzando dei semplici cubi colorati. Disponibile online, gratuitamente.

ToneCraft non è nient’altro che un simpatico giochino musicale, ben fatto, disponibile online, gratis e senza alcun limite; benchè non abbia pretese superiori a quelle di un semplice passatempo, non mi stupirebbe di vederlo utilizzato in qualche composizione musicale “ufficiale”.

Utilizzare quest’applicazione musicale è quanto di più facile ed intuitivo si potesse concepire, ed è proprio questa la sua forza. Talmente semplice che si potrebbe utilizzare ToneCraft anche per stimolare la curiosità di un bambino, che di certo si divertirebbe a posizione cubi colorati sullo schermo potendone udire perfino dei suoni!

Il concept di questo synth sequencer tridimensionale è derivato da un precedente progetto chiamato Tonematrix, il quale è bidimensionale e presenta anche qualche altra funzionalità in meno, ma vi consiglio di provarlo da soli, semplicemente cliccando qui. Tonematrix si presenta come un semplice quadrato formato da tanti ulteriori piccoli quadratini, cliccabili come se fossero tasti di un normale controller midi. A ciascun quadrato è associato un suono, e cliccando su più quadrati è possibile realizzare delle semplici melodie, che suonano in automatico a loop. E se volessimo mettere in silenzio una nota? Basta cliccare nuovamente su un quadratino illuminato.

fare

Una schermata di Tonematrix, il synth sequencer di Audiotool che ha ispirato ToneCraft.

ToneCraft è strettamente legato al modello di Tonematrix, di cui riprende il concetto base di musica dinamica – adaptive music – cioè una musica che evolve da sola, automaticamente, attraverso la modifica di un singolo parametro all’interno di un sistema di dati precostituito. ToneCraft prende da Tonematrix anche elementi dell’interfaccia, infatti anch’esso è basato su un reticolato di 16 righe e 16 colonne, che restituiscono un potenziale di 256 note eseguibili. Ciascuna riga rappresenta un’altezza differente a cui ciascuno strumento può essere eseguito.

Una prima novità tra Tonematrix e ToneCraft la troviamo nella gestione del piano di lavoro, se quest’ultimo era immobile e bidimensionale in Tonematrix, con ToneCraft può essere mosso ed orientato a piacimento secondo le vostre esigenze, semplicemente tenendo premuto il tasto Shift e muovendo il mouse per direzionare il piano di lavoro, fino a trovare la visuale che preferite.

Posizionato il piano di lavoro potete iniziare a comporre i vostri loop. Sarà sufficiente cliccare su uno qualsiasi dei quadrati e ne ascolteremo il suono associato. E se dovessimo commettere un errore? Nessun dramma: tenendo premuto il tasto Alt e cliccando con il mouse andremo a cancellare le note inserite in precedenza. Non dimenticate che è possibile non solo creare melodie di singoli suoni ma anche veri e proprio accordi, cliccando per un unico colore su più linee frequenziali contemporaneamente.

fare

Una volta inseriti tutti gli elementi, a vostro piacimento, l’aera di lavoro di ToneCraft appare in questa maniera.

Tuttavia, la novità più interessante, rispetto al predecessore Tonematrix, è quella di poter scegliere tra una lista di 7 differenti suoni, da selezionare cliccando su uno dei sette colori presenti nella colonna alla sinistra della schermata di ToneCraft: i colori rosso, giallo, azzurro e blu sono associati a diverse tipologie di synth, l’arancione e il marrone a suoni tipo xilofono e vibrafono, mentre il verde è associato a suoni ritmici che consentono di creare veri e proprio loop ritmici. Cliccate sul colore che preferite e iniziate ad aggiungere i suoni all’interno del vostro lavoro.

kk

La barra colorata laterale di ToneCraft, dove ciascun colore corrisponde ad uno strumento diverso. Basta cliccarci sopra per selezionare il suono preferito.

A questo punto siete in grado di realizzare la vostra composizione inserendo sia elementi ritmici che melodici, e se per caso il lavoro finale non dovesse piacervi allora basterà cliccare il tasto reset e il vostro piano di lavoro magicamente si svuoterà e sarà pronto per essere nuovamente riempito. Se invece vi trovaste nella giornata buona allora vi potrebbe interessare poter condividere con gli amici la vostra composizione. Ecco perchè ToneCraft consente di condividere il vostro lavoro su Twitter o Facebook, semplicemente cliccando in alto sul tasto Share your tones potreste diventare famosi, almeno tra i vostri follower. Siete pronti a provarlo? Bene, questo è il link, e buona esecuzione a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *